martedì 19 aprile 2016

Il Garda da Manerba con Sottocosta

Avvicinamento all'Isola del Garda

Questa domenica abbiamo, per la prima volta, partecipato ad uno dei raduni di Sottocosta.

Stando alla descrizione dell'evento si proponeva come giornata adatta ai principianti.
Imbarco
Il ritrovo è stato a Porto Torchio di Manerba del Garda.
Ci ha rassicurato vedere che non c'erano solo performanti kayak da mare in composito ma anche qualcuno con barche in polietilene sotto ai 5m.
Alla fine si diceva che fossimo in poco meno di 50, una gran bell'ondata di kayak!
Dopo il briefing, tenuto dal mitico Luciano, ci siamo imbarcati e diretti verso l'Isola dei Conigli.
I primi momenti in acqua sono stati di ambientamento: dopo un intenso fine settimana a fare il corso foundation sui Tiderace con la pagaia groenlandese tornare sui nostri Prijon, corti e con una minor stabilità direzionale, è stato un piccolo trauma. Superato questo nuovo primo impatto si è subito notato che il corso ha dato buoni frutti in termini di maggior naturalezza e disinvoltura nella gestione del kayak. Anche la grande maneggevolezza dei nostri Prijon si è rivelata utile in quanto non siamo abituati a pagaiare in un gruppo fitto.
Raggiunta l'isola con i suoi scogli abbiamo puntato a Nord, tagliando il golfo per raggiungere subito Isola del Garda con la sua imponente e spettacolare villa. Dinnanzi a questa struttura ci siamo fermati qualche minuto facendo un gruppo stretto zatterandoci a vicenda per ascoltare le informazioni che ci venivano date da un kayaker-cicerone locale riguardo aspetti storici ed artistici sull'isola e la struttura che ospita.
Abbiamo deciso di circumnavigare l'intera isola in senso orario stando molto vicini alla costa per riuscire a vedere bene le piante fiorite; incredibile il profumo che si sentiva.
La fame cominciava a farsi sentire per cui ci siamo allungati nel golfo di Salò dove siamo sbarcati per il pranzo al sacco... incredibile quello che è uscito dai gavoni!
A quanto pare questa associazione sportiva prende seriamente la pausa pranzo come momento di condivisione ed amicizia; davvero un bel gruppo!
La sosta purtroppo è durata giusto il tempo di mangiare e bere. Una sottile pioggerella ci ha fatto risalire in kayak al volo per cercare di tornare prima di un temporale che era previsto per il tardo pomeriggio. Il rientro da Salò è stato costeggiando nuovamente Portese fino a doppiare punta san Fermo per rientrare poi nel golfo di Manerba che questa volta abbiamo percorso stando sottocosta fino al punto di imbarco.

Il bilancio finale è senza dubbio positivo nonostante il meteo (sempre coperto, e con qualche goccia d'acqua ogni tanto che però non disturbava). E' stata una giornata per noi piena di “prime volte”:
Prima uscita con Sottocosta ASD;
Prima pagaiata in un gruppo decisamente numeroso;
Prima volta sul Benaco;
Prima volta in kayak dopo il corso;
Primo viaggio autostradale coi kayak sul tetto.


Grazie a Luciano Belloni ed alle altre guide ed istruttori che hanno organizzato l'uscita e garantito la sicurezza di tutti, grazie a tutti i partecipanti per la compagnia!



Nessun commento:

Posta un commento