venerdì 28 ottobre 2016

Bilancio del nostro primo anno alla pagaia

Per il varo una variante economica della tradizionale bottiglia di champagne
Poco più di un anno è passato dal varo dei nostri Prijon Touryak; che è stata anche la nostra prima volta in kayak.
Folle vero? Non eravamo mai stati col culo in un kayak e siamo “partiti in quinta” prendendo tutta l'attrezzatura e mettendoci in acqua senza neanche un minimo di idea, senza neanche andare ad un noleggio mezza giornata per provare a capire com'era questo kayak.

Ricordo perfettamente i primi problemi: Gloria che si infilava di prua nei canneti e non riusciva più ad uscirne ed io che più mi sforzavo di andar dritto e più andavo a destra al punto di convincermi di aver comprato un Prijon Chiquita; ed avevamo una tecnica di pagaiata che definirei “rozza” (non che adesso sia migliorata molto, ma quantomeno riusciamo a coprire buone distanze senza mandare in necrosi gli arti inferiori ed avere braccia e schiena dolenti per i giorni successivi).




Da allora abbiamo fatto tante cose belle. Io ho scoperto la bellezza dei nostri laghi che fino ad oggi avevo semplicemente ignorato ed ho imparato, nelle poche uscite in acqua salata, ad amare il mare. Abbiamo passato in kayak le ferie scoprendo che una parte d'Italia che credevo triste, sporca ed abbandonata è una piccola perla che merita di essere conosciuta ed apprezzata. Abbiamo soddisfatto la nostra fame di avventura caricando nei gavoni tenda e viveri per passare qualche notte bivaccando immersi nella natura e nella solitudine lontano da tutto e lontano da tutti. Abbiamo partecipato a qualche raduno e ad un corso scoprendo che quello degli appassionati di kayak da mare è un mondo fatto di bella gente con cui è sempre piacevole non solo pagaiare ma anche chiacchierare e condividere qualche momento. Tutto questo in un solo anno!

Riguardo le foto fatte in quella prima uscita, quando neanche potevamo immaginare un bilancio così positivo di questo primo anno di attività.


Ed ora mi chiedo: chissà quali altre avventure ci riserverà il futuro... domani intanto si parte alla volta del Garda per Concentrazioneskimokayak!


Gloria felice al primo sbarco

Nessun commento:

Posta un commento